Casita della Resilienza

Sai cos'è la RESILIENZA?

La resilienza è la capacità di adattarsi al Cambiamento. Il Cambiamento nell'arco della vita di tutti noi si affronta in moltissime occasioni. Occasioni naturali e di crescita, occasioni traumatiche e dolorose, occasioni belle e stravolgenti.

Avere una buona Resilienza è quindi una qualità importantissima per tutti noi.

In questo articolo ti propongo un esercizio ideato da un celebre sociologo Stefan Vanistendael 

CASITA DELLA RESILIENZA

La Casita raffigura noi stessi attraverso la metafora di una casa, nella quale trovano posto i fattori che, insieme, definiscono la nostra resilienza.

I FATTORI DI RESILIENZA

  1. Il TERRENO che con solidità deve reggere la casa.
    Esso rappresenta la nostra capacità di aver cura di noi stessi e stesse, del nostro corpo, dei nostri bisogni di base.
  2. Le FONDAMENTA che danno stabilità alla casa.
    Esse rappresentano i valori fondamentali in cui crediamo, ciò che è per noi non negoziabile, imprescindibile per sentirci bene con noi stessi.
  3. Il GIARDINO che circonda la casa e che la connette con l'esterno.
    Esso rappresenta i nostri incontri importanti, le nostre relazioni interpersonali che contano.
  4. Il SALONE AL PIANO TERRA che è il cuore della casa.
    Esso rappresenta il senso che diamo alle cose che facciamo, il perché del modo in cui viviamo.
  5. Le STANZE DEL PRIMO PIANO che possiamo adibire a tante cose e arredare in tanti modi.
    Esse rappresentano le mie attitudini, le mie competenze, le mie capacità acquisite o innate.
  6. E infine, il SOTTOTETTO, il luogo dove un tempo, nelle case contadine, veniva conservato il fieno che sarebbe stato utilizzato durante l'inverno successivo.
    Nella nostra Casita della resilienza, esso rappresenta il luogo rivolto al futuro, dove riporre i sogni e le aspettative di ciò che vorremmo fare un domani, appena ne avremo la possibilità.

Cosa ti serve:

 Scarica e stampa lo schema vuoto della Casita della resilienza 

Compilalo con una descrizione di te in questo momento della tua vita.

Aiutati seguendo la traccia delle seguenti domande.

Com'è il terreno dove sorge la tua Casita?
Scrivi nello spazio riservato al terreno le cose positive che fai per far star bene il tuo corpo.
Ti occupi del tuo benessere fisico?
Fai regolarmente esercizio?
Ti alimenti in maniera sana?
Dormi il giusto numero di ore?

Come sono le fondamenta della tua Casita?
Scrivi nello spazio destinato alle fondamenta i tuoi valori basilari.
Che cosa è per te fondamentale?
Quali principi guidano le tue scelte e i tuoi comportamenti?

Com'è il giardino della tua Casita?
Indica nello spazio che rappresenta il giardino le relazioni che in questo momento sono veramente significative per te.
Chi conta davvero per te?
Chi ti fa stare realmente bene?

Che cosa c'è nel tuo salone al piano terreno?
Qui scrivi ciò che dà senso a ciò che stai facendo in questo momento della tua vita.
Che cosa dà significato alla tua vita ora?
Cosa ti sprona?
Quale è per te uno scopo?

Che cosa c'è nelle tue stanze del primo piano?
Riempi i rettangoli blu che le delimitano tutte ciò che ti caratterizza nell'agire.
Quali sono le tue abilità?
Quali le tue propensioni?
In che cosa manifesti meglio le tue capacità?

E infine, eccoci al tuo sottotetto.
Scrivi tutti i tuoi progetti nel tuo solaio!
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Quali i desideri che non hai ancora realizzato?
Che esperienze vorresti fare appena se ne presentasse l'occasione?

Quando hai finito di riempire la tua Casita della Resilienza, rileggi tutto ciò che hai scritto.

Se pensi che qualche parte di essa possa essere rinforzata, datti degli obiettivi da perseguire ma, mi raccomando, sempre un passo alla volta!

E POI?

Fra qualche mese, riprendi in mano questo esercizio anti-stress e osserva.
Cosa sarà cambiato di ciò che oggi hai scritto?

Potrai allora aggiungere o togliere quel che serve: la resilienza è un processo sempre in divenire, non è un tratto genetico.

www.manuelaagostini.it
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!